Juve-Inter, Allegri pensa al tridente pesante: due dubbi di formazione

Cuadrado è rientrato in anticipo dalla Colombia perché squalificato per l'ultima gara del girone di qualificazione sudamericano, la sua presenza o meno in campo sarà dunque una scelta puramente tattica: potrebbe agire da terzino nella difesa a 4, ruolo per cui resta comunque in vantaggio Danilo, oppure davanti al brasiliano se la scelta dovesse ricadere sul 4-4-2. In questo caso Rabiot occuperebbe la corsia sinistra di centrocampo e uno tra Dybala e Morata si accomoderebbe in panchina. Intoccabile, ovviamente, Dusan Vlahovic. Allegri, tuttavia, può contare su un recupero importante per quella che è la sua visione di gioco, ossia quello di Denis Zakaria. Lo svizzero ha ripreso ad allenarsi a pieno regime e si candida a una maglia da titolare. Con lui nel ruolo di "equilibratore", magari col compito di infastidire la regia di Brozovic, il tecnico bianconero può pensare di mettere in campo il tridente "pesante", completando un centrocampo molto fisico con Locatelli e Rabiot. Al momento l'ultimo rientrato, ovvero Arthur, sembra quello con meno chance di partire dal 1'. In difesa quasi sicura la coppia Chiellini-De Ligt, con Bonucci che è tornato in campo solo nei minuti di recupero dell'amichevole tra Italia e Turchia e dovrebbe partire dalla panchina. Danilo, come detto, è il favorito per partire a destra, mentre a sinistra dovrebbe vedersi ancora De Sciglio: Alex Sandro è tornato in gruppo, ma viene da qualche settimana di stop e non è ancora al 100%. La Juve col 4-3-3: Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini, De Sciglio; Zakaria, Locatelli, Rabiot; Dybala, Vlahovic, Morata. La Juve col 4-4-2: Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini, De Sciglio; Cuadrado, Locatelli, Zakaria, Rabiot; Morata, Vlahovic.

Juve-Inter, Allegri pensa al tridente pesante: due dubbi di formazione

Cuadrado è rientrato in anticipo dalla Colombia perché squalificato per l'ultima gara del girone di qualificazione sudamericano, la sua presenza o meno in campo sarà dunque una scelta puramente tattica: potrebbe agire da terzino nella difesa a 4, ruolo per cui resta comunque in vantaggio Danilo, oppure davanti al brasiliano se la scelta dovesse ricadere sul 4-4-2. In questo caso Rabiot occuperebbe la corsia sinistra di centrocampo e uno tra Dybala e Morata si accomoderebbe in panchina. Intoccabile, ovviamente, Dusan Vlahovic.

Allegri, tuttavia, può contare su un recupero importante per quella che è la sua visione di gioco, ossia quello di Denis Zakaria. Lo svizzero ha ripreso ad allenarsi a pieno regime e si candida a una maglia da titolare. Con lui nel ruolo di "equilibratore", magari col compito di infastidire la regia di Brozovic, il tecnico bianconero può pensare di mettere in campo il tridente "pesante", completando un centrocampo molto fisico con Locatelli e Rabiot. Al momento l'ultimo rientrato, ovvero Arthur, sembra quello con meno chance di partire dal 1'.

In difesa quasi sicura la coppia Chiellini-De Ligt, con Bonucci che è tornato in campo solo nei minuti di recupero dell'amichevole tra Italia e Turchia e dovrebbe partire dalla panchina. Danilo, come detto, è il favorito per partire a destra, mentre a sinistra dovrebbe vedersi ancora De Sciglio: Alex Sandro è tornato in gruppo, ma viene da qualche settimana di stop e non è ancora al 100%.

La Juve col 4-3-3: Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini, De Sciglio; Zakaria, Locatelli, Rabiot; Dybala, Vlahovic, Morata.

La Juve col 4-4-2: Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini, De Sciglio; Cuadrado, Locatelli, Zakaria, Rabiot; Morata, Vlahovic.

adv

"Il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito alla negoziazione dei CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro."