Caso Juve, l’ex CdA interrogata 8 ore dai Pm

Caso Juve l'ex CdA è stata interrogata ieri per oltre otto ore di in Procura dai magistrati che indagano sui conti del club.

Caso Juve, l’ex CdA interrogata 8 ore dai Pm

A fine novembre aveva dato le dimissioni dal CdA della Juventus – con dichiarazione separata rispetto agli altri consiglieri – e nella giornata di ieri Daniela Marilungo è stata ascoltata per oltre otto ore in Procura dai magistrati che indagano sui conti del club.

Marilungo – spiega l’edizione torinese de Il Corriere della Sera – è stata sentita come persona informata sui fatti, dato che da sette anni era consigliere non esecutivo e indipendente della società e ha ricostruito le riunioni degli ultimi mesi e le discussioni sui rilievi della Consob.

Del resto, era stata piuttosto netta nel comunicato della Juve, motivando le dimissioni con «l’impossibilità di esercitare il proprio mandato con la dovuta serenità e indipendenza anche, ma non solo, per il fatto di ritenere di non essere stata messa nella posizione di poter pienamente “agire informata” a fronte di temi di sicura complessità».

Ragioni che non erano state condivise dal Consiglio di Amministrazione.

Fonte: Calcio e Finanza