Alvini in conferenza: "Vogliamo salvarci. Faremo di tutto per mettere in difficoltà i nostri avversari"

Il tecnico della Cremonese Massimiliano Alvini ha parlato nella consueta conferenza stampa pre-gara. Di seguito le sue parole.

Alvini in conferenza: "Vogliamo salvarci. Faremo di tutto per mettere in difficoltà i nostri avversari"

Alvini in conferenza: "Vogliamo salvarci. Faremo di tutto per mettere in difficoltà i nostro avversari"

Il tecnico della Cremonese Massimiliano Alvini ha parlato nella consueta conferenza stampa pre-gara. Di seguito le sue parole.

In che condizioni versa la squadra?

"Dal punto di vista fisico la squadra ha lavorato forte, ma oggi lo possono dire tutti. Nel mese passato abbiamo cercato di migliorare i nostri difetti della prima parte di campionato, sia a livello difensivo che offensivo. Un percorso lungo, di grande lavoro. La squadra è consapevole che può permettersi gli errori della prima fase, e anche mentalmente abbiamo lavorato. Siamo consapevoli, c’è poco da fare come discorsi, vogliamo concentrarci sul campo. Nelle prossime 23 partite vogliamo fare il massimo."

Ci saranno assenze pesanti?

"Sicuramente Chiriches e molto probabilmente Ascacibar, notizia delle ultime ore. Però c’è Castagnetti come vertice basso, comunque decidiamo domattina."

Sulla Juve?

 "Abbiamo grande rispetto della Juventus. Nell’ultima amichevole abbiamo commesso errori in ampiezza e abbiamo lavorato per migliorare, la Juve è forte e lo sappiamo ma vogliamo giocarcela dando il massimo. Ho chiesto ai calciatori coraggio e impegno, un po’ come abbiamo sempre fatto. I ragazzi daranno tutto per la maglia, per il gruppo."

Fin dove può spingersi la Cremonese?

 "La Cremo può migliorare i propri difetti. Abbiamo grande rispetto degli avversari, che hanno alcune assenze ma le abbiamo anche noi. Sia chiaro: è offensivo sentirsi dire che siamo arrivati in A per fare una gita. È offensivo per la Cremonese come società, per chi investe, ma lo è anche per chi domani fa quasi 800 panchine nel proprio percorso e anche per i calciatori. Siamo venuti per salvarci e se non ci riusciremo ci prenderemo le nostre responsabilità. Ma faremo di tutto, ce la giocheremo sempre, come è stato nelle prime 15 partite, in cui solo con la Lazio abbiamo sbagliato atteggiamento. Noi vogliamo salvarci, non siamo venuti a fare una gita."

Ci sono i giusti presupposti per la salvezza?

"Abbiamo 6 punti da recuperare per la salvezza. Quel gap va recuperato e lo teniamo presente, vogliamo recuperare. Sicuro da domani sarà un campionato diverso, ci sono tanti punti in palio e si finisce il 4 giugno. Non possiamo dire che partiamo da zero perché quel distacco va recuperato e vogliamo compiere l’impresa."